Rischio caduta capelli per donne incinta

rischio caduta dei capelliLa gravidanza, il parto e il post-parto sono eventi di profondo e prolungato stress per le donne. Una tensione che potrebbe favorire contesti di alopecia femminile, con ciò che ne consegue sul fronte del benessere fisico.

A sostenerlo è stato il dottor Fabio Rinaldi, presidente della fondazione di ricerca IHRF, nell’occasione del recente Congresso Internazionale di Dermatologia, svoltosi sul territorio milanese.

Secondo quanto dichiarato da Rinaldi, dalle più recenti analisi si evince come un ritmo di vita fortemente stressante – quale quello sperimentabile durante la gravidanza e il parto – sia in grado di provocare la perdita parziale dei capelli.

Sempre secondo le analisi citate all’interno del Congresso, è possibile che una cifra di donne vicina al 50 per cento del totale possano soffrire di alopecia o serie perdite di capelli nel corso della propria vita, con una concentrazione evidente proprio in ambito parto.

La ricerca promossa dalla fondazione ha coinvolto un campione di 4 mila donne italiane, richiedendo la collaborazione di un team di 140 dermatologi sparsi su tutto il territorio italiano: ebbene, sulla base dell’analisi effettuata, quasi una donna su due (il 47 per cento) avrebbe dichiarato di aver riscontrato perdite di capelli nel periodo di interesse.

Le motivazioni alla base dell’alopecia sono un mix di fattori di stress e scompensi ormonali: non è pertanto un caso che le perdite di capelli nel sesso femminile avvengano proprio tra le donne in gravidanza, e tra figure professionali abbastanza in vista (come le attrici), che subiscono gli effetti delle pressioni di carriera.

In maniera più particolare, la causa principalmente scatenante i problemi è stata giudicata la perdita di un compagno o di un fidanzato (23%), seguita dallo stress professionale (16%), la perdita di entrate economiche (14%).

Infine, stando alla ricerca, le donne – mamme che hanno avuto problemi di caduta di capelli nel post parto sono state il 34%. Maggiori informazioni su questo sito.